Follow us: youtubefacebooktwitterflickrfeed rss
Home|Why|The Residence|The Rooms|Maps & Directions|Links|Photogallery|Reservations|Special Offers|Newsletter|Contacts

Blog feed

Il Mercato delle Gaite

Grandi storie di piccola gente o, forse, piccole storie di gente grande

pack shot

Sabato 28 maggio al Mercato coperto di Bevagna ore 17

 I testi di Bruno Caldarelli e le immagini di Livio Bourbon guidano il lettore, con stupore ed allegria, per le strade di Bevagna, bellissimo borgo umbro dove ogni anno, nel mese di giugno, un magico groviglio di realtà e finzione cattura l'interesse e la curiosità degli ospiti, sempre più numerosi.
Protagonista del grande rilancio turistico del paese negli anni novanta è stato il ‘Mercato delle Gaite', rievocazione medievale ormai nota anche oltre i confini nazionali che coinvolge la popolazione locale, con numerosi apporti esterni, in emozionanti sfide tra i quattro rioni del paese sulla ricostruzione del lavoro e della vita dei bevanati del Trecento.
Mentre l'aderenza storica al periodo di riferimento (1250-1350) viene garantita da giurie composte esclusivamente da prestigiosi accademici medievisti, la passione dei popolani nel proporre le ricostruzioni lungamente studiate si scatena nella settimana della festa fino alla magica notte della domenica, quando nella splendida piazza del paese, gremita di folla in trepidazione, si celebra il rito dell'apertura delle buste con i punteggi delle giurie che determinano l'assegnazione dell'ambito Palio, distribuendo tripudio e sconforto.
La prima parte del libro è dedicata alla piacevolezza del borgo, un luogo segnato da prestigiose vestigia di romanità e medioevo, ancora fortemente identitario nel suo tessuto sociale e nella ruspante umanità di alcune figure caratteristiche (il pittore, il sarto, l'ex postino, il professore, l'antiquario), descritte con lampi di affetto e di allegra ironia. Segue una profonda riflessione sulla formula della manifestazione, la cui genialità ha avuto un impatto folgorante sulla comunità locale, inducendo i bevanati a tirar fuori le loro risorse migliori. Quindi viene proposta una carrellata delle quattro Gaite (San Giorgio, San Giovanni, San Pietro e Santa Maria), con riferimenti ai luoghi, alla peculiarità della vita associativa, alle scelte operate da ciascuna nelle ricostruzioni storiche, ai personaggi più caratteristici ed alle tante, piccole storie di uomini e donne, a volte curiose, a volte divertenti, a volte commoventi, che prendono vita durante il lavoro di preparazione, nelle prove dell'ultimo periodo e, finalmente, nella bruciante esperienza conclusiva di fronte alle giurie.
Si passa poi alle descrizione delle quattro ‘sfide', tre corali (mercato, mestieri e gastronomia) ed una individuale (tiro con l'arco), ricostruendone la preparazione e le eccitanti atmosfere notturne e diurne, per poi approdare ai momenti di vibrante tensione che precedono l'assegnazione del Palio, alla festa dei vincitori, allo sconforto degli sconfitti, all'ombra di tristezza che si insinua comunque nel cuore di entrambi per la fine di una magia che non tornerà fino all'anno successivo.
I due autori hanno trovato una salda sintonia umana ed operativa, ma per concorde scelta hanno preferito coordinarsi solo in minima parte, affinché ciascuno potesse mantenere piena di libertà di sviluppare una personale lettura della manifestazione dal proprio personale angolo visuale. Ne è uscito un prodotto in cui le immagini non sono al servizio dei testi e viceversa, ma lasciano filtrare nelle pagine del libro sapori paralleli e suggestioni diverse. In questa cornice di ampia libertà espressiva l'occhio del grande fotografo ha scavato con incisività ed eleganza in una materia sorridente e convulsa insieme, tra l'incandescenza della passione popolare, la curiosità del salto temporale, i volti intensi dei protagonisti, il fascino inimitabile dei luoghi. Per far salire al centro della scena, come dice appunto la quarta di copertina, "un paese che gioca col Medioevo, fotografato con stupore e raccontato con allegria".

photogallery

  • cereria
  • cere
  • cartiera
  • il mercato

publication date 24/05/2011 10:49 | Share